La Storia


La storia del nostro gruppo inizia nel 2007, quando alcuni amici, 

già volontari di Protezione Civile, decidono di organizzarsi per 

mettere il proprio tempo e le proprie capacità a disposizione delle 

esigenze del territorio Vastese.

Aderendo ai principi dell'Associazione Giacche Verdi Abruzzo 

Onlus, viene così costituita l'Associazione Giacche Verdi Vasto, 

coordinata da Eustachio Frangione.

La neonata associazione è subito attiva negli ambiti dell'antincendio

boschivo e dell'assistenza durante le manifestazioni pubbliche del 

Comune. 


L'impegno e la passione mostrata dai volontari, che non esitano a 

mettere a disposizione i mezzi propri per svolgere i servizi, viene 

premiata dal Comune di Vasto con l'assegnazione dell'area in cui 

sorgeva il depuratore comunale, in via San Rocco, che diventa così 

la sede operativa dell'Associazione.


Il gruppo originario nel frattempo si amplia con l'ingresso di nuovi 

volontari selezionati per rispondere alle richieste via via crescenti da 

parte della collettività. 


Nel 2009, su richiesta del Comune di Vasto, l'Associazione estende il

proprio ambito di intervento diventando Gruppo Comunale di

Protezione Civile, con il mandato di intervenire  in caso di necessità

per fronteggiare i rischi e le criticità che si possono verificare nel

territorio comunale.


Il terribile sisma che ha colpito l'Aquila e i comuni limitrofi il 

6 aprile 2009 vede il nostro gruppo impegnato fin dai primi 

momenti per portare soccorso alla popolazione colpita.
 
La mattina stessa di quel giorno i nostri volontari si recano sul posto 

e lavorano in sinergia con gli altri gruppi di Protezione Civile e

 con le Forze dell'Ordine per scavare tra le macerie alla ricerca di 

superstiti.
 
In particolare lo scavo presso una palazzina crollata in centro a

l'Aquila, in via Sant'Andrea, ci riserva la gioia di aver contribuito a

salvare Marta Valente (Video), una studentessa universitaria, ma

anche tanto dolore per i corpi senza vita che ci troviamo ad estrarre

dalle macerie e trasportare con i nostri mezzi.


L'intervento dell'Associazione prosegue anche nelle settimane

seguenti con i servizi di assistenza rivolti ai moltissimi terremotati 

che, costretti a lasciare le proprie abitazioni distrutte o inagibili, 

vengono dirottati sulle coste abruzzesi.
 
Nel territorio di Vasto i volontari sono impegnati nella raccolta e 

nella distribuzione di viveri e indumenti alle famiglie che nel 

terremoto hanno perso tutto.
 
Viene prontamente organizzato anche un servizio navetta di

collegamento tra Vasto e l'Aquila per accompagnare i terremotati

 nei sopralluoghi a quanto rimane delle loro case.

L'esperienza vissuta durante il sisma rimane impressa nella 

memoria e nei cuori dei volontari per il dolore, ma anche per i 

rapporti di solidarietà e affetto nati proprio nella tragedia, come 

quello che ci  lega tutt'oggi alla mamma di Jenny De Angelis,

giovane vittima del terremoto dell'Aquila, i cui effetti personali

sono stati trovati scavando tra le macerie e restituiti alla famiglia.
 
Ed è con grande commozione che l'Associazione partecipa alla
 
commemorazione per Jenny svoltasi a Siena il 13 maggio 2009,

e riceve una toccante lettera di ringraziamento da parte della
 
mamma della ragazza.

Per il servizio prestato durante l'emergenza del terremoto all'Aquila
 
l'Associazione riceve gli attestati di Pubblica Benemerenza da parte 

del Comune di Vasto nel 2010 e del Dipartimento di Protezione 

Civile
 nel 2011.

Logo_Baschi_Azzurri1
Nell'estate del 2011 il gruppo di volontari,

accresciuto in numero e specializzazione

delle risorse umane, nonché nella dotazione

di mezzi, confluisce nella nuova Associazione 

Baschi  Azzurri Abruzzo Onlus, iscritta

all'Albo regionale della Protezione Civile
 
della Regione Abruzzo (Prot.RA/163333 del 12/07/2012) e guidata 

dal presidente Eustachio Frangione.

La stessa affianca il Gruppo Comunale di Protezione Civile di Vasto

per quanto concerne la vigilanza ambientale ed è costituita dagli 

stessi componenti.


Formatasi tramite appositi corsi, i volontari hanno nel tempo

ampliato le proprie competenze.

Attualmente il gruppo comprende anche un Nucleo Antincendio

Specializzato (ciascun componente del quale è dotato di attestato di
 
idoneità tecnica come Addetto Antincendio Rischio Elevato rilasciato

dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco), Guardie Giurate Ittiche

(con compiti di vigilanza sulle attività di
pesca e di tutela della 

fauna ittica e delle acque), Ispettori Ambientali Comunali

(impegnati nel garantire il rispetto delle norme in materia di raccolta

differenziata).

È in grado inoltre di intervenire in caso di emergenza sanitaria

anche, se necessario, con l'ausilio del defibrillatore in dotazione al

gruppo.

La formazione e l'aggiornamento periodico dei volontari sono

garantiti dalla frequenza ai corsi BLS e BLS-D organizzati dalla ASL

di Chieti (che ha abilitato 22 volontari come esecutori DAE).


Oggi l'Associazione dispone di 9 mezzi propri e può contare sul

contributo apportato dalle specifiche professionalità dei suoi 

membri, tra i quali sono presenti tecnici, forze dell'ordine (Polizia, 

Carabinieri, Vigili del Fuoco, Guardie Giurate), un avvocato, 

un medico-veterinario, uno psicologo, un architetto, periti chimici,

elettrotecnici, informatici e meccanici.


 

 

   Gruppo Comunale Protezione Civile Vasto                           Associazione Baschi Azzurri Abruzzo Onlus
                Via Conti Ricci 27Bis / D                                                               Via Zanella n, 1
                    66054 Vasto (CH)                                                                    66054 Vasto (CH)
       mail : protezionecivilevasto@live.it                                             mail : baschiazzurri@live.it
         protezione.civile@comune.vasto.ch.it   
                                                                 comune ad entrambi i gruppi
                           Tel:0873301376 (h24) - Fax: 0873364760 - responsabile :3483410357
                                                           pec : protezionecivilevasto@pec.it  

 

  Site Map